Ufficio creativo: guida non convenzionale ai migliori gadget

L’ordine della mente si accompagna spesso a ciò che abbiamo intorno a noi, per questo lavorare in un ambiente ordinato e stimolante è di fondamentale importanza. Cosa c’è di meglio, quindi, dell’avere un ufficio funzionale, ma creativo? Per lavorare bene, certo, ma anche per avere la possibilità di rilassarsi e di recuperare le energie necessarie quando ci si sente stanchi e senza ispirazione alcuna.

Dai post it al calendario, passando per gli erogatori d’acqua a boccioni e lunch box, ecco i cinque oggetti che un creativo dovrebbe avere nel suo ufficio mentre lavora:

Blocchetto dei post-it. Per appuntare idee brillanti, per scrivere le frasi illuminanti di un collega o per creare intere pareti colorate imitando l’opera interattiva di Yayoi Kusama dello scorso Giugno a Manhattan (attenzione però a non esagerare, il vostro capo potrebbe non esserne felice).

obliteration-room-full

Agenda. Non una di quelle agende in cui scrivere obiettivi giornalieri, in cui per ogni giorno dell’anno c’è sempre pronta una frase positiva detta da qualche luminare dei secoli scorsi, perché volenti o nolenti l’anno lavorativo è costellato da giornatacce, ed è giusto vivere a pieno anche quelle. Per momenti del genere sarebbe perfetto avere sottomano l’Agenda Perpetua della Delusione, così da sfogarsi e non tenersi tutto dentro, e magari trovare l’ispirazione mancante e la tanto agognata felicità.

perpetual-disappointment-diary

Cibo e acqua. Tantissima acqua e una schiscetta di tutto rispetto con dentro dell’ottimo cibo preparato a casa. Per l’acqua esistono centinaia di soluzioni, ma la verità è una sola: non c’è niente di meglio degli erogatori d’acqua a boccioni. Capienti, comodi e rispettosi dell’ambiente, per idratare la mente e farla funzionare al meglio, sia d’inverno che nelle torride giornate estive. Discorso simile anche per le lunch-boxes: ce ne sono di tutti i tipi, ma se siete dei fanatici vincono sicuramente la Dabba, portavivande in stile hindi caratterizzata dal coperchio in bambù e rivestita da una tovaglietta in feltro che la rende particolare, e la Retro Nintendo Console Lunch Box, forse un po’ ingombrante ma sicuramente d’effetto.

retro_nes_game_console_lunch_box_1

Penne: non sono mai abbastanza perché puntualmente si perdono. Se però deciderete di munirvi del Grass Leaf Pen non sarà poi tanto semplice smarrirle. Si tratta di penne a forma di foglia che, una volta inserite nell’apposito contenitore, formeranno una piccola pianticella. Bella, funzionale e difficile da perdere (si spera).

pooleaf-grass-leaf-pen_1__1

Calendario, indispensabile sia per ricordarsi appuntamenti di lavoro che per fare il conto alla rovescia dei giorni che mancano a festività e ferie.  Ink Calendar di Oscar Diaz è perfetto non solo per la sua ovvia utilità di calendario, ma perché è unico. Si tratta di 12 fogli bianchi, ognuno dei quali ha la sua personale boccetta d’inchiostro colorato, con stampati a rilievo i giorni del mese. La particolare carta assorbe l’inchiostro con una velocità che è basata sul giorno solare, ed ecco che attendere l’arrivo di un nuovo giorno non è mai stato così bello.

Conosci qualche oggetto di design che consideri indispensabile per ogni ufficio? Segnalacelo nei commenti!

Info sull'autore Scopri tutti gli articoli

Sara Teofilo

Laureata in Moda presso La Sapienza di Roma, ho vissuto per un delirante e bellissimo periodo a Londra dove ho frequentato il corso in Fashion Journalism presso la Central Saint Martins. Tornata in Italia per dare al mio Paese la possibilità di darmi una possibilità, potrei descrivermi con le parole di un amico: ho un’attenzione quasi maniacale per le sensazioni ed i dettagli, e credo che questa sarà sempre la mia (stupenda) dannazione.